I vantaggi a lungo termine del White Hat

Le strategie di posizionamento seguite da agenzie web specializzate si differenziano tra loro sopratutto per la tattica utilizzata, ed è ben noto come diverse tecniche possono essere sfruttate per spingere un sito nelle ricerche.

Se vuoi approfondire sulle Tecniche Seo, ti invito a visitare la sezione Dizionario Joomleliano dove vi è un elenco, superficiale, di definizioni di tecniche atte a dare rilevanza e visibilità ad un sito web.

Ho riflettuto su una frase che ho scritto nell'appunto di controllo di posizionamento scritto qualche giorno fa. La frase era "Nonostante lo stile white hat di questo blog, GG sembra sospettoso nei suoi confronti", ed in questo post voglio elencare alcuni motivi che mi spingono ad utilizzare sempre tecniche pulite, lecite, studiate per chi vuole durare a lungo.

Google ha sconquassato il mondo del SEO quando ha annunciato le modifiche apportate ai suoi metodi di indicizzazione e posizionamento con l'implementazione nell'algoritmo del cosidetto "Panda Update". Ancora non attivo in Italia, ma da quasi due mesi implementano nelle ricerche in lingua inglese, spero sia uno stimolo in più per utilizzare tattiche lecite, White Hat appunto. Non vorremmo che tra qualche mese rispuntino nelle serp cose viste nel 1999 quando testo nascono e keyword stuffing spopolavano, con un qualche ammodernamento della tecnica ed aggiornamenti al periodo attuale. Se google vuole molto contenuto, e non gli piaccino le pagine sottili... mi sa che il trucco per aggirare questo fattore sarà il primo ad essere messo in pratica.

Wired, tempo fa, ha intervistato due noti dipendenti di GG che hanno "raccontato dell'aggiornamento". Nel colloquio, parlando dello scopo dell'update panda, hanno detto che vorrebbero ridurre il contenuto meno utile, quello superfluo, quello che non merita buone posizioni nelle serp perchè insoddisfacente per l'utente. Alcuni hanno sostenuto che la duplicazione dei contenuti su più siti sia un fattore penalizzante arrivando a concludere che siamo alla morte dei backink, niente più article marketing, fine delle directory e dei comunicati stampa.

No, io direi che non è vero!! La chiave, secondo me , è continuare con il White Hat SEO per mantenere siti web di successo che guardano lontano. La Black Hat SEO è ormai un ricordo del passato e bisogna continuare ad operare in buona fede (tutto quanto dato per defunto che rientra nella white, non credo lo sia) pubblicizzando i nostri siti.

Benefici a lungo periodo della White Hat SEO

Costi molto più bassi

La Black Hat SEO comporta spesso un cospicuo acquisto di link al fine di incrementare il traffico verso un sito. Google ha punito JCPenney che hanno acquistato backlink specifici su una varietà di siti web non correlati, inviando un chiaro segnala che per il motore di ricerca questa tecnica non produce frutti duraturi. JC Penney è una grossa società che è in grado di gestire il costo finanziario dovuto all'acquisto di link, ma, tuttavia, se pensassimo a quanto hanno speso, sicuramente potrebbero pagarsi i migliori esperti nelle varie nicchie per scrivere articoli. Avrebbero potuto avere un rendimento molto maggiore dei loro investimenti, ed invece hanno solo perso dei soldi.

Ottimi rapporti con i lettori, i clienti, i visitatori

Un altro beneficio a lungo termine delle techiche White Hat SEO è che permettono di sviluppare relazioni organiche con i lettori ed i possibiili clienti. Necessario un bel po di lavoro in più, ma che può portare alla creazione di una base di traffico molto leale e stabile. Per fare un paragone su due tecniche utilizzate... niente spamming link o @mail spam. Meglio utilizzare Twitter, o proporre una newsletter dove il visitatore si iscrive volontariamente. Chi ti segue vuole essere libero di prendere decisioni sul tuo sito, tu devi informarlo per quanto e per quello che offri... sarà lui a decidere se iscriversi alla newsletter o seguirti su twitter.

Poco o nessun rischio per la salute del sito

Infine, pensa alle conseguenze di ciò che potrebbe accadere se Google decidesse di punire il tuo sito web per il perseguimento di tattiche Black Hat SEO. Le tecniche White Hat SEO sono approvate da Google, e per questo, minimo è il rischio di ricevere brutte sorprese come l'uccisione del tuo reddito in meno di un secondo per una penalizzazione manuale per l'utilizzo di tecniche scorrette.

Per il tuo sito, escludendo a priori la black hat, sei più per il cappello bianco, o fai anche un po di Grey Seo?

Letto 3339 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Segui BlogJoomla.it su Google Plus

Ultimi Articoli

You are here:   Joomla Blog HomeGuideSeo JoomlaI vantaggi a lungo termine del White Hat