Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie approfondisci

Joomla 3.8

Joomla 3.8

Rilasciato un nuovo aggiornamento (3.8.5)

(1 Agosto 2013) Un importante Fix di sicurezza per la Joomla 1.5 -->    leggi l'articolo... 

Guide

Proteggersi dallo spam nei commenti di K2

La lotta contro lo spam nei commenti è una delle attività più noiose nella "manutenzione" di un sito web. È necessario c

Leggi tutto...

News

Il budget del progetto Joomla nel 2012

Uno dei ruoli principali di Open Source Matters è quello di gestire le questioni finanziarie per il progetto Joomla!. E'

Leggi tutto...

Estensioni

Tradurre Joomla con l'aiuto di Google

Ricevendo visite dall'estero sembrerebbe più che necessario fornire a questi visitatori un modo semplice per tradurre il

Leggi tutto...

Trucchi e Consigli

Evergreen content. L'articolo sempreverde

Un articolo Evergreen è quel contenuto scritto con l'obiettivo di indirizzare il traffico verso un sito web per un lungo

Leggi tutto...

Un intenso ottobre quello che vede protagonista in diverse parti del mondo il CMS Joomla!. Appuntamenti sono fissati a Berlino, Tel-Aviv, Sofia e Sydney. Sempre ad ottobre, a San Jose, in California, si terra il primo vero evento mondiale collegato a Joomla!. Il Joomla! World Conference.

Di seguito tutti gli eventi di ottobre 2012:

Il 3 ottobre 2012, la Comunità di Vigilanza (COC) ha deciso tra una folta schiera di candidati i quattro che faranno parte dal Consiglio di Open Source Matters, Inc. (OSM). Ecco i nomi:

Mike Carson di Joliet, Illinois, Stati Uniti
Sandy Ordonez di Brooklyn, New York, USA
Radek Suski di Schaafheim, Germania
Sarah Watz di Stoccolma, Svezia

Joomla, nel campo dell'open source basato sul sistema di gestione di contenuti dinamici da tempo compete con WordPress, Drupal ed altri cms per lo scettro di miglior strumento per la costruzione di siti e applicativi web. Con la serie 3.0 appena messa in distribuzione, da un punto di vista tecnico e funzionale, balza avanti a tutti grazie all'introduzione di alcune importanti novità.

Il 29 settembre a Torino si è tenuta la quinta edizione del JoomlaDay Italiano organizzato dalla comunità di Joomla.it. Riconfermato come momento importante per il cms, tanti argomenti interessanti sono stati trattati.

Purtroppo non c'è stato il tempo, visto il recente rilascio della Joomla 3.0, di trattare questa ultima serie appena messa in distribuzione. Ma è certo che l'argomento principale il prossimo anno sarà proprio la Joomla 3.0.x, o, per meglio dire, la futura serie LTS che sarà tra noi tra la metà e la fine del 2014.

Sempre di alto livello, una costante di questo momento di incontro per gli amanti del cms, i talk dei vari relatori che in uno strapieno PalaOlimpico si sono "esibiti" lasciando agli spettatori presenti importanti riflessioni riguardo all'utilizzo e alle caratteristiche del CMS Joomla.
Dopo tre anni, è venuta a mancare la mia presenza a questo importante evento, quindi tralascio di parlare degli interventi perchè, visti con notevole difficoltà solo in streaming, non è stato possibile cogliere a pieno le varie argomentazioni.

Presto saranno online sul sito ufficiale dell'evento, JoomlaDay.it, tutti i video dei talk del JDay 2012 che permetteranno di esprimere qualche parere più approfondito.

Joomla 3.0E' finalmente tra noi, nel massimo rispetto dei tempi di rilascio indicati dal team di sviluppo, la Joomla 3.0. Come spesso ribadito, questa non è una versione per creare siti di produzione da mettere online, ma esclusivamente un ottima base per far pratica con le novità grafiche e tecniche di questa serie.

L'annuncio di qualche giorno fa sul sito ufficiale parla di momento importante nello sviluppo del cms, che oggi più che mai rende Joomla uno tra i cms migliori per stabilità e funzionalità rispetto ai concorrenti quali wordpress e drupal.

Tra le caratteristiche principali, che estrapolo dalla pagina wiki su joomla.it, di questa serie:

  • Primo CMS ad essere nativamente e pienamente navigabile e amministrabile da dispositivi mobili grazie ad una nuova interfaccia grafica.
  • Procedura di installazione semplificata e ridotta a 3 fasi.
  • Pannello di controllo con grafica rinnovata ed adatta alla navigazione da dispositivi mobili.
  • Nuovo template lato sito. "Responsive" con il Bootstrap Framework di Twitter.
  • Ampliata l'area dedicata all'editor per la compilazione degli articoli.
  • Supporto al Drag-and-Drop nelle liste. Impostando l'ordinamento nella visione delle liste dei contenuti in amministrazione è possibile trascinare i contenuti per variarne la posizione e così l'ordinamento con cui vengono visualizzati sul sito.
  • Suggerimenti veloci nella ricerca in amministrazione, per le voci di menu o le posizioni modulo, ecc...
  • Nuovo installatore integrato per le lingue, non sarà più necessario andare in giro a cercare i pacchetti lingua, ma basterà selezionare quello scelto e lanciare l’installazione.
  • Supporto al rel="canonical" con l'apposito plugin integrato.
  • Supporto a database PostgreSQL

Già scaricata, ed installata per le prove del caso, presto nuove indicazioni e guide all'utilizzo qui su Joomla Blog.

La notizia è che il passaggio dalla Joomla 2.5 alla 3.5 potrà essere effettuato da pannello di controllo con la funzionalità One-click.

Proprio ieri, una discussione su Google+ trattava l'argomento, ed oggi, questo post scritto da Steve Burge sul sito ufficiale, confermano che conviene rimanere con la 2.5 per almeno un altro anno, sino all'uscita della 3.5 (LTS). Da quel momento, il passaggio di versione 2.5-->3.5 dovrebbe essere molto semplice visto che potrà essere effettuato dal back-end (One-click).

Il grafico mostra quale dovrebbe essere il ciclo di aggiornamento del cms. In blu le versioni LTS (2.5 - 3.5), in arancione le STS (1.6 - 1.7 - 3.0).

La versione 3.0 che sarà rilasciata a breve viene definita STS (a breve supporto) proprio perchè adatta ad un pubblico che la scarica e la installa solo per "lavorarci su". Il passato ci insegna che il passaggio di serie è una fase impegnativa nella storia di un cms, fase in cui molte funzioni verrano "spostate o eliminate" rispetto alla vecchia serie, ed altre subentreranno nella nuova.

Queste versioni "intermedie" di Joomla sono dedicate agli early adopters, agli sviluppatori e ad utenti più esperti, e servono principalmente per dare la possibilità in tempi congrui di adattare gli addons e renderli compatibili con i futuri rilasci del cms. Non da meno l'indubbia utilità di questi rilasci per chi realizza e gestisce siti web. Quando realizzare siti o applicazioni per il web è un lavoro, far pratica con la rivista struttura grafica e con le nuove funzionalità è un'esigenza.

Se il tuo sito è costruito con la 2.5.x (in questo momento siamo alla 2.5.7) devi sapere che ancora ci vorrà più di un anno prima di essere costretto a crearti il problema della  migrazione.

Pagina 6 di 85

Taolo 's Web Agency

Ultimi Articoli

Joomla Community Magazine

Ultimi Commenti

You are here:   Joomla Blog Home