Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie approfondisci

Joomla 3.9

Joomla 3.9

La tanto attesa Joomla 3.9 e' stata rilasciata. Novita' su cookie e privacy

(1 Agosto 2013) Un importante Fix di sicurezza per la Joomla 1.5 -->    leggi l'articolo... 

Guide

Cosa fare per migrare alla Joomla 2.5

La migrazione segue una procedura che, dopo più di un anno dall'uscita della 2.5, può definirsi standardizzata e relativ

Leggi tutto...

News

Uscita la 3.8 gia' un aggiornamento Disponibile Joomla 3.8.1

A due settimane di distanza dal precedente aggiornamento, il team di Joomla!® annuncia il rilascio della versione 3.8.1

Leggi tutto...

Estensioni

La presentazione di Sobi2 al JoomlaDay in Francia

Sobi2 è un CCK (Content Construction Kit) che la cosa che fa meglio è essere una directory per Joomla!. E' concepito c

Leggi tutto...

Trucchi e Consigli

Monitorare un sito web con un cellulare android

Chi possiede uno, o più di un sito web, si crea sin da subito il problema di come riuscire a controllare costantemente i

Leggi tutto...

 I visitatori del tuo sito potrebbero essere confusi da URL estremamente lunghe e difficili, che contengono poche parole riconoscibili. Gli utenti potrebbero infatti avere difficoltà a ricordarlo o a linkarlo. Inoltre, potrebbero pensare che buona parte dell’URL è inutile, soprattutto se l’URL mostra molti parametri incomprensibili, e decidere di troncarne una parte rendendo nullo il link.

Alcuni utenti potrebbero creare un link alla tua pagina usando l’URL della pagina stessa come anchor text. Se il tuo URL contiene parole rilevanti, fornisce agli utenti e ai motori di ricerca più informazioni sulla pagina di quanto non faccia un ID o un parametro incomprensibile.

Infine, ricorda che l’URL di un documento viene mostrato come parte di un risultato di ricerca di Google, sotto il titolo e la snippet del documento. Come il titolo e la snippet, le parole nell’URL compaiono in grassetto nei risultati di ricerca se corrispondo ai termini della query di ricerca dell’utente. Google è molto bravo a scansionare ogni tipo di struttura degli URL, anche quando è complessa, ma impiegare il tuo tempo a semplificarla sia per gli utenti che per i motori di ricerca può sicuramente aiutare.

Buone norme per definire la struttura di un URL


Utilizza delle parole nell'URL

URL con parole pertinenti al contenuto ed alla struttura del tuo sito sono più intuitive per gli utenti che lo navigano. I visitatori le ricorderanno meglio e potrebbero essere più invogliati a linkarle.
Evita di: usare lunghi URL con parametri e session ID non necessari e scegliere nomi generici per le tue pagine del tipo "pagina1.html". Usare un numero eccessivo di parole chiave, "figurine-calciatoricalcio-
figurine-calcio.htm"

Semplifica la struttura delle tue directory

Utilizza una struttura che organizzi bene il tuo contenuto e che permetta ad un visitatore di capire in che area del tuo sito si trovi. Cerca di utilizzare una struttura per le directory del sito che indichi il tipo di contenuto in un dato URL.
Evita di: avere una rete profonda di sotto categorie ".../dir1/dir2/dir3/dir4/dir5/dir6/pagina.html" o utilizzare nomi di categoria che non abbiano nessuna relazione con il loro contenuto

Fornisci una versione unica dell'URL per raggiungere un dato documento

Per prevenire che alcuni linkino ad una versione ed altri ancora ad una altra versione di un URL (questo potrebbe infatti dividere la reputazione di un documento fra più URL), fai in modo di riferirti ad un URL nella tua struttura interna sempre nello stesso modo. Se ti accorgi che visitatori differenti accedono allo stesso contenuto tramite URL diversi, implementa una redirezione 301 in modo tale che gli URL che non vuoi privilegiare puntino all'URL più importante.
Evita di: avere pagine nei sotto domini e contemporaneamente nella root che puntino alla stesso contenuto: "dominio.it/pagina.htm" e "sotto.dominio.it/pagina.htm" o mescolare versioni con il www e versioni senza il www nella struttura di linkaggio interna. Evita di usare le lettere maiuscole in modo strano (molti utenti si
aspettano di trovare caratteri minuscoli e in genere li ricordano meglio).

Pubblicato in Dizionario Joomeliano

 


Il meta tag description di una pagina fornisce a Google ed altri motori di ricerca un sommario dell’argomento della pagina. Mentre il titolo di una pagina dovrebbe essere composto da poche parole o da una frase, il meta tag description di una pagina può contenere una o due frasi, o un breve paragrafo.

Gli Strumenti per i Webmaster di Google forniscono un’utile sezione per l’analisi del contenuto che ti fornirà informazioni riguardo ad ogni meta tag descrption che sia troppo breve, lungo o duplicato troppe volte (lo stesso tipo di informazione viene fornita per i tag <title>). Così come il tag <title>, il meta tag description è posizionato all’interno del tag <head> del tuo documento HTML.

I meta tag description sono importanti perché Google potrebbe usarli come snippet (frase di descrizione) per le tue pagine. Le parole nella snippet sono in grassetto quando corrispondono a quelle digitate dall’utente per la sua ricerca. Questo aiuta l’utente a capire se il contenuto della pagina corrisponde a ciò che lui sta cercando.

Buone norme per l’uso del meta tag description


Descrivi accuratamente il contenuto della pagina

Scrivi una descrizione che possa informare ed interessare gli utenti che vedono il tuo meta tag description come snippet in un risultato di ricerca.
Evita di: scrivere un meta tag description che non ha relazione con il contenuto della pagina e usare descrizioni generiche come “Questa è una pagina web” o “Pagina sulle figurine dei calciatori”. Riempire la descrizione di sole parole chiave o copiare ed incollare tutto il contenuto del documento dentro il meta tag description

Usa una descrizione unica per ogni pagina

Avere meta tag description diverse per ogni pagina aiuta sia Google che gli utenti, soprattutto per quelle query di ricerca attraverso cui gli utenti potrebbero ottenere molte pagine del tuo dominio fra i risultati (per esempio, query di ricerca con l’operatore site: operator). Se il tuo sito ha migliaia o addirittura milioni di pagine, scrivere manualmente i meta tag description potrebbe rivelarsi impossibile. In questo caso, potresti generare in maniera automatica i meta tag description in base al contenuto di ogni pagina.
Evita di: usare un unico meta tag description per tutte le pagine del tuo sito o per una larga parte di queste.

Pubblicato in Dizionario Joomeliano

 

Il titolo comunica gli argomenti della pagina sia agli utenti che ai motori di ricerca. Il tag <title> dovrebbe essere posizionato all'interno del tag <head> nel codice HTML della pagina. Possibilmente, dovresti usare un titolo univoco per ogni paginadel tuo sito. Le parole nel titolo sono evidenziate in grassetto se compaiono nella query di ricerca dell’utente. Questo può aiutare gli utenti a capire se la pagina corrisponde alla loro ricerca. Se il tuo documento compare in una pagina di risultati di ricerca, il contenuto del tag <title> comparirà, di norma, nella prima riga dei risultati (se non conosci bene le diverse parti che compongono un risultato di ricerca di Google, puoi guardare il video anatomy of a search result - anatomia di un risultato di ricerca - realizzato da Matt Cutts, ingegnere di Google, e questo utile diagramma di una pagina di risultati di ricerca di Google).

 

Le parole nel titolo sono evidenziate in grassetto se compaiono nella query di ricerca dell’utente. Questo può aiutare gli utenti a capire se la pagina corrisponde alla loro ricerca.
Il titolo della tua homepage può contenere il nome del tuo sito/attività e può includere altre informazioni importanti come il luogo in cui la tua attività si trova oppure alcuni dei suoi servizi o aree di interesse.

I titoli per le pagine interne del tuo sito dovrebbero descrivere la specificità di ogni pagina e includere anche il nome del sito o dell’attività.

Buone norme per i <title> tag di una pagina

Descrivi accuratamente il contenuto della pagina

Scegli un titolo che comunichi efficacemente l’argomento del contenuto della pagina.
Evita di: scegliere un titolo che non ha relazione con il contenuto della pagina, usare titoli automatici o vaghi come “Senza titolo” o “Nuova pagina 1”

Crea title tag unici per ogni pagina

Ognuna delle tue pagine dovrebbe avere, nell’ipotesi migliore, un title tag unico, che aiuti Google a capire in cosa la pagina si distingue dalle altre pagine del tuo sito.
Evita di: usare un solo title tag per tutte le pagine del tuo sito o per molte di queste

Usa titoli brevi ma descrittivi

I titoli possono essere brevi e al tempo stesso ricchi d’informazioni. Se il titolo è troppo lungo, Google ne mostrerà solo una parte nei risultati di ricerca.
Evita di: usare titoli eccessivamente lunghi, non utili per l’utente e riempire il titolo di parole chiave (keywords) non necessarie.

Pubblicato in Dizionario Joomeliano
Venerdì, 25 Dicembre 2009 21:03

Link-Bait | Tecnica Seo White Hat


Si parla di Link Bait quando grazie allo sviluppo di contenuti veramente utili, ceazione di tool, guide e quant'altro, essere i primi a portare un'idea nuova, si ottengono link spontanei. La tecnica è molto diffusa grazie all'avvento dei Social che, permettendo di diffondere un post, lo pone all'attenzione della comunità. Se il contenuto è utile riceverà quello che merita;
Pubblicato in Dizionario Joomeliano
Venerdì, 25 Dicembre 2009 20:36

Landing Page | Tecnica Seo White Hat

Landing Page

L'utilizzo di Landing Page è una Tecnica Seo White Hat - se non si esagera - che consiste nel creare una pagina ottimizzata che deve raggiungere uno scopo. Le landing page devo essere focalizzate su un argomento principale, con una grande attenzione all'ottimizzazione del codice HTML su una determinata parola o frase chiave. L'obiettivo di una landing page è fare in modo che quanti più navigatori (misurati come utenti unici) arrivino sulla pagina e si convertano in utenti registrati; l'indice di efficienza viene chiamato tasso di conversione

Esistono due tipi di landing page tra cui la seconda è quella che ci interessa particolarmente

  • Landing Page di consultazione (Reference): hanno lo scopo di comunicare informazioni importanti per il visitatore; queste pagine possono anche includere testi o elementi particolari.
  • Landing Page transazionali (Transational): spingono il navigatore a completare una certa attività (normalmente riempire un modulo sul web). Questo tipo di landing page, di gran lunga la più usata, è utilizzata per vendere prodotti, servizi o contenuti.
Costruire delle landing page efficaci è da considerarsi di primaria importanza in una campagna di web marketing perchè queste cosidette pagine di atterraggio devono garantire la conversione dell'utente a registrasi, acquistare qualcosa, inserire i propri dati o solo un indirizzo @mail per iscriversi alla newsletter. Le Landing possono essere usate dunque per vari scopi, ma hanno un solo obiettivo....
Pubblicato in Dizionario Joomeliano
Pagina 3 di 5

Taolo 's Web Agency

Ultimi Articoli

Joomla Community Magazine

Ultimi Commenti

You are here:   Joomla Blog HomeArticoli per tag: tecnica seo