Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie approfondisci

Guide

Cosa fare per migrare alla Joomla 2.5

La migrazione segue una procedura che, dopo più di un anno dall'uscita della 2.5, può definirsi standardizzata e relativ

Leggi tutto...

News

Bug Fix Release! Disponibile Joomla 4.2.9

Appena rilasciata Joomla! 4.2.9, con alcune correzioni e miglioramenti della major release j4! Ecco alcune Correzioni d

Leggi tutto...

Estensioni

La presentazione di Sobi2 al JoomlaDay in Francia

Sobi2 è un CCK (Content Construction Kit) che la cosa che fa meglio è essere una directory per Joomla!. E' concepito c

Leggi tutto...

Trucchi e Consigli

Cura della navigazione di un sito | Tecnica Seo White Hat

La navigazione di un sito web è importante per permettere ai visitatori di trovare velocemente il contenuto che desidera

Leggi tutto...

 

Migliorare il Seo

Parlo spesso di Seo con i miei amici e a volte è capitato di "batterci" per trovare le dieci cose più importanti per il posizionamento di un sito. Pareri diversi e opinioni discordanti con diversi "se" e tantissimi "ma". E' chiaro che il search engine optimized (SEO) non sarà mai una scienza esatta però io ho la mia "scala gerarchica" di importanza che poi è uguale ai consigli che da Google per ottenere un buon posizionamento.... cominciamo:

Ottimizzare il tuo joomla in 10 passaggi

1. Uso delle Keyword nel Title Tag

Il primo fattore di importanza per un buon posizionamento è l'uso delle keyword nel tag title. Ne abbiamo parlato spesso e quindi vi lascio cercare tra le pagine di BlogJoomla.it qualche specifica su come agire.

Scegli con molta attenzione il titolo di un articolo. Joomla utilizzerà il titolo dell'articolo come tag title (che compare nella barra blu del tuo browser). Inoltre dovrà essere il testo utilizzato in tutti i collegamenti che porteranno a questa pagina (vedi # 5 e 6)

2. Anchor Text nei link esterni

L'Anchor text è il testo che inseriremo nei link che punteranno alla pagina che ci interessa.

Prova ad ottenere alcuni collegamenti in arrivo al vostro articolo usando le parole chiavi con cui volete essere posizionati

3. Link Popularity globale del sito (una volta era il PageRank)

Le pagine che avranno un collegamento alle pagine del vostro sito produrrano il link popularity globale.

Più siti si collegano a voi e meglio è. Generare una pagina interessante e di qualità al giorno è il fattore più importante per ottenere link esterni al vostro sito. Per un sito è importante avere almeno 200 pagine interessanti. I contenuti sono un aspetto importantissimo per posizionarsi. Se scrivi bene e sei sempre a tema, se soddisfi i tuoi visitatori, se ti rendi unico presto i motori se ne accorgeranno e premieranno il tuo lavoro .

4. Anzianità del dominio

E' la data di registrazione del dominio

Possiamo fare ben poco per modificare questo fattore. Ma è evidente che quanto più è il tempo che è passato da quando avete registrato il dominio faccia la differenza (ad esempio, i siti di Spam non sono registrati per molto tempo e non hanno anzianità). Cercate di non perdere mai un nome a dominio anziano e quando avete intenzione di acquistarne uno non lesinate controlli sui nomi di domini scaduti con una storia alle spalle.

5. Link Popularity delle pagine interne

Questo è dato dal numero di links che puntano ad una pagina nel tuo dominio.

Anche qui il punto 2 è fondamentale per un buon posizionamento L'anchor text nei link interni usa lo stesso principio dei link esterni. Utilizziamo sempre ancore con i termini con cui vogliamo posizionarci:

  • Usa il titolo dell'articolo a cui porta il link
  • Usa bene i moduli Ultimi Articoli, Più letti, Articoli Correlati
  • Utilizza un componente per generare una sitemap e linkala dalla tua homepage

6. Rilevanza dei link esterni e popolarità dei siti in cui li inseriamo

Conosciamo l'importanza dei link esterni. Ma possiamo dire qualcosa in più... quando andiamo alla ricerca di questi link dobbiamo anche considerare inche dominio li vogliamo inserire cercando quelli che siano i migliori. Un analisi del nostro sito obiettivo dove mettere il link è sempre da mettere in atto. Ricorda che un solo link piazzato bene può valerne cento su siti di poco rilievo (un esempio possono essere le directory irrilevanti). Partiamo dal principio che è sempre meglio un solo buon link che centinai inutili. Ecco qualche indicazione utile:

  • Segnala il sito in alcune directory (all'inizio punta solo sulle migliori).
  • Digita su Google related:www.tuosito.tdl e contatta i primi venti risultati per chiedere un link
  • Sfrutta gli altri siti o community online che trattano il tuo argomento. Piazza dei link, ad esempio, nella tua firma nei forum a tema e commenta nei blog che trattano il tuo stesso argomento

7. Uso delle Keyword nel testo

La densità delle keyword serve per ottimizzare una pagina web. Ci sono degli studi che danno a questo fattore molta importanza. Visto da diversi punti di osservazione alcune conclusioni sono da citare. Seguile con parsimonia ma mettile sempre in atto.

  • Scrivi con attenzione i tuoi contenuti e cerca sempre di inserire le key con cui vuoi posizionarti in diverse perti del testo. Fai attenzione a cosa scrivi prima e dopo la key che ti interessa
  • Usa per le key l' H2 per poi scemare sino all' H6. Utilizza gli H partendo dal principio che inserendolo dai un ordine gerarchico di importanza alle parole
  • Sembra da alcuni test che al corsivo sia data più importanza del grassetto
Note aggiuntive:

Altri fattori che influenzano il ranking:

8. Dimensione dei file (immagini sopratutto)

Cerca di redere leggere le pagine. Ottimizzare le immagini diminuendole di dimensioni il più possibile e taggarle con Alt. La velocità di caricamento sembra influisca molto sul posizionamento. Sicuramente avrai capito il motivo. Una pagina lenta a caricarsi rallenta il bot e fa scappare il visitatore che non ha tempo da perdere.

9. Tipologia di URL (Joomla SEF)

Usa le keyword nelle Url. Non sembra abbiamo molta importanza ma, se ci fai caso, nelle serp le key ricercate vengono grasettate. Qualcosa vorrà dire.. no?

Altre note:

10. Utilizzo intelligente degli errori nelle pagine

Cura la pagina 404 che genera il tuo joomla. Non dimenticare di mettere un link alla tua home così che gli spinders rimarranno nel tuo sito, come i tuoi visitatori.

Ma cosa hai letto?

In sintesi queste che hai letto sono alcune delle tecniche utili per posizionarsi. Ti chiederai cosa c'entra Joomla e perchè non si cita il Cms... Rispondo a questo tuo dubbio solo con una domanda.... "cos'ha Joomla di diverso da un altro sito con una diversa "impalcatura"? La risposta è nessuna, quindi le cose che hai letto valgono anche per i siti fatti con Joomla!!

Se vogliamo posizionarci nei motori di ricerca già conosciamo alcune indicazioni di massima su come fare ad essere nelle prime posizioni. Ma tra tanti fattori eccone due che vengono ampiamente ricosciuti come i più importanti:

  • Le Keywords nel tag title (il testo che appare in alto nel browserin the title meta tag (the text that appears in the blue/top bar on your browser
  • Le Keywords nei link che portano alle pagine del tuo sito (sia interni che esterni)

Meta Tag Page Titles

E' condiviso che il primo tra i fattori per posizionarsi sia la cura del tag title. E' il primo passaggio da compiere quando si costruisce un sito pensare alle key che ci interessando, e costruire questo tag attorno a questi termini. Il tag title è quello che appare in alto nella barra del browser e deve essere il più possibile breve, conciso, discorsivo e descrittivo.


Se vuoi migliorare ancora un'altro mossa da compiere legato a questo tag consiste nel creare sezioni e categorie in cui nel tag sono contenute le Key. Con questo voglio dire che è sempre importante avere una struttura lineare tra Sezione-->categoria-->contenuto

I Link Interi

Il secondo fattore che menziono, sempre legato alla struttura del sito, è l'utilizzo delle key nel linkare tra loro le pagine interne. Anche qui l'anchor è fondamentale perchè contestualizza un contenuto. Curare i link interni, optando per una struttura semplice e "corta" (le pagine più in basso a livello gerarchico dovrebbero essere comunque raggiungibili con un massimo di quattro click. La raggiungibilità di tutte le pagine è un fattore importante che complica il progettare un sito, ma la giusta soluzione col tempo darà i suoi vantaggi.

struttura dei link interni

Per aiutarci in questo compito non vanno trascurati i moduli; anche quelli già preistallati in joomla.

 

  • Ultime news:
    Crea una serie di link ai contenuti più recenti. Lo scopo è quello di farli conoscere, portare lettori ad essi. E' buona norma usare questo modulo in numero uguale alle categorie e sezioni del nostro Joomla.
  • Articoli più visti
    Crea una serie di link ai contenuti più visitati dando ancora più rilievo ad essi. Anche in questo caso, è buona norma usare questo modulo in numero uguale alle categorie e sezioni del nostro Joomla.
  • Articoli correlati:
    Crea una serie di link ai contenuti correlati. This relazione è determinante sopratutto per "unire" le keyword fornendo dunque un proseguo a chi è interessato a quello che scriviamo su un determinato argomento.

 

BlogJoomla.it

BlogJoomla.it si prefigge l'obbiettivo di diffondere tutti i contenuti più interessanti di un CMS tra i più utilizzati per la costruzione di un sito web.

 

Volete sapere chi sono?

Bene, io sono Pino D'Angelo, più conosciuto in rete con il nickname "taolo". Da circa 15 anni sono online e, ai tempi, combattevo con codice html e funzioni di frontpage per far sentire la mia voce in rete. Tutto questo fino a quando non mi hanno presentato Joomla! il mio content management system preferito. Da allora ho maturato la mia esperienza che discende dal vecchio Mambo. L'ho utilizzato per pochi mesi e mi ha aperto la strada alla scissione che ha portato alla nascita di Joomla!

Da allora non l'ho più abbandonato e per costruire i miei progetti, oltre a qualche avventura con Drupal e Wordpress, tutti i miei prodotti - per me e per qualche cliente che ho incontrato per strada - sono costruiti col discendete di Mambo. Oggi i CMS sono utilizzatissimi e nessuno più programma in html puro. Inutile spiegare il perchè. E' abbastanza chiaro.

Da qualche annetto collaboro, come moderatore della sezione Seo, su Joomla.it Il sito di supporto italiano. Ho collaborato alla costruzione di qualche moduletto ma personalmente sono affascinato dalla potenza dei plugin e mi diletto a farmi da me quello che mi serve. Non sto qui ora a elencare tutte le mie attività online ma cercando il mio nock su Google troverete tantissime info su di me e sui miei progetti.

Costruisco BlogJoomla.it perchè non potevo non avere un mio blog preferito dove parlare del mio amore per Joomla!. Eccolo qua!!

Cosa leggerete penso lo avete capito.

Qui si parla di Joomla in tutto e per tutto.... e se serve qualcosa non esitare a contattarmi.. qui è tutto Open Source!!

Quello che rende un CMS particolarmente utile nella gestione di un sito deriva dalla possibilità che si può dare agli utenti di inserire contenuti, di accedere alle sue risorse, di interagire tra di loro, avere pagine personali e concedere la possibilità di contribuire alla crescita contenutistica e qualitativa di un sito. Tuttavia, caratteristica dei Cms è che non tutti gli utenti possono partecipare allo stesso modo alle pratiche della comunità che si raccoglie attorno ad un sito.

Possono esserci visitatori occasionali, che cercano semplicemente informazioni, ma che non collaborano attivamente ai lavori della comunità stessa. Altri membri potrebbero invece ricevere dei privilegi maggiori, come la possibilità di coordinare e moderare il lavoro di altri utenti. Un premio per la costanza e la presenza che questi danno alla comunità che viene a crearsi.

La gestione oculata degli utenti è particolarmente importante proprio perché dalla loro partecipazione attiva dipenderanno la ricchezza dei contenuti e la vivacità della comunità.

Tra gli utenti di ogni CMS, vanno distinti, prima di tutto, gli “ospiti” dagli utenti “registrati”. I primi sono dei semplici visitatori e possono avere un accesso limitato. Gli utenti registrati, invece, hanno accesso ai servizi e ai contenuti pubblicati in base ai privilegi che vengono loro concessi. E Joomla per questo è uno tra i migliori prodotti in circolazione, anche se si può indubbiamente migliorare.

Gestione utenti

Joomla! distingue gli utenti registrati in due gruppi: utenti del front-end e utenti del back-end.

Dopo aver discusso dei permessi lato back-end, qui vogliamo puntare l'attenzione agli utenti del front-end a cui è consentito accedere a contenuti preclusi agli ospiti, nonché crearne di nuovi direttamente dalla parte frontale del sito. Lo scopo principale di questi utenti è proprio quello di fornire contenuti al sito, ma è loro precluso l’accesso alle funzioni di amministrazione. Possono avere quattro livelli di autorizzazione, ognuno dei quali ha gli stessi privilegi dei precedenti, più alcuni altri privilegi specifici ma molto importanti:

  1. registered: gli utenti con questo primo livello di autorizzazione non possono creare, modificare o pubblicare contenuti, ma possono proporre la pubblicazione di collegamenti ipertestuali e avere accesso a risorse non disponibili per gli ospiti;
  2. author: questo livello di autorizzazione consente di creare contenuti e di controllare alcuni parametri di pubblicazione;
  3. editor: gli editor possono creare contenuti e modificare quelli già pubblicati da altri;
  4. publisher: i publisher possono gestire tutte le attività di author ed editor ed hanno l’autorizzazione a pubblicare contenuti.

Il livello predefinito di autorizzazione è registered. Per aumentare i privilegi degli utenti, deve intervenire un amministratore dal back-end. Lato amministrativo è anche possibile impostare di defaul i permessi di tutti i nuovi utenti che si registreranno al sito.

Open Source CMS Awards 2009Quattromila dollari è la cifra che verrà consegnata al team di sviluppo di Drupal per aver fatto del loro Content Manager il re della categoria Hall of Fame degli Open Source CMS Awards 2009. Drupal si è piazzato primo nella stessa competizione per ben due volte avendo vinto anche il titolo di miglior CMS Open Source realizzato in PHP.

Solo al secondo posto Joomla, a cui va quindi un premio di 2 mila dollari; questa categoria prevedeva due sottocategorie dedicate ai migliori temi, estensioni e moduli per i due CMS più popolari della Rete: Il Drupal Award e il Joomla! Award.

Affinity è stato votato come miglior tema per Joomla grazie alla sua capacità di interagire con i layout dei siti Web, mentre a noixACL il riconoscimento di Best Joomla! Extension per la sua utilità nella gestione dei livelli di accesso degli utenti dal backend e dal frontend.

Per quanto riguarda i Drupal Award, il premio come miglior tema è andato a Zen, e Views si è aggiudicato il riconoscimento come miglior modulo per la sua utilità nella presentazione dei contenuti.

Override
Una delle più grandi novità introdotte dalla versione 1.5 di Joomla! è l' override. Si tratta della possibilità di sovrascrivere il layout dei moduli e dei componenti standard di Joomla attraverso il template.
L'override si esegue inserendo degli appositi file nella cartella html del proprio template.
La struttura del file è la seguente:

NOME_TEMPLATE/html/NOME_ESTENSIONE/NOME_VISUALIZZAZIONE/NOME_FILE.php

Se desiderate modificare la visualizzazione degli articoli, che sono gestiti dal componente com_content di Joomla, copiate il file default.php presente nel vostro sito percorrendo via ftp questo percorso

  components/com_content/views/article/tmpl/default.php

all'interno della cartella del vostro template

  NOME_TEMPLATE/html/com_content/article/default.php

Una volta copiato il file, potrete dunque effettuare delle modifiche che verranno sovrascritte al layout predefinito del componente.
Se volete cambiare il layout del modulo di Login (mod_login), in pochi passaggi ci riuscirete. Allora... copiate il file

  modules/mod_login/tmpl/default.php

all'interno della cartella del vostro template

  NOME_TEMPLATE/html/mod_login/default.php
Ora non vi resta, una volta copiato il file, cominciare a modificarlo a vostro piacimento. Più semplice a farsi che a dirsi.
Pagina 75 di 86

Taolo 's Web Agency

Ultimi Articoli

Joomla Community Magazine

Ultimi Commenti

You are here:   Joomla Blog Home

Chi c'e' Online

Abbiamo 41 visitatori e nessun utente online

Seguici su FacebookFollow Me Twitter

Joomla.it | Il sito di supporto Italiano
Joomla Show | La directory di Joomla

Google codescript verifica


BlogJoomla.it | Il Meglio di Joomla
The Joomla!® name and logo is used under a limited license granted by Open Source Matters the trademark holder in the United States and other countries.

BlogJoomla.it is not affiliated with or endorsed by Open Source Matters or the Joomla! Project