Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie approfondisci

Primo importante aggiornamento per la Joomla 1.6 che risolve alcuni problemi di sicurezza e alcuni difetti generali della nuova versione del Cms.

La notizia di stamani su Joomla.org, oltre al consueto ringraziamento allo sforzo del Joomla Bug Squad concentrato nella ricerca e nella risoluzione dei problemi, ci informa che nel caso vengano riscontrati problemi con qualsiasi parte della Joomla 1.6, di segnalarlo sul 1.6 Bug Tracker . Il post prosegue con l'elenco dei membri attivi del Joomla Bug Squad nel corso di questo ultimo ciclo di rilascio:Akarawuth Tamrareang, Andrea Tarr, Andrew Eddie, Bill Richardson, Christophe Demko, Elin Waring, Harald Leithner, Ian MacLennan, Jacob Waisner, Janich Rasmussen, Jean-Marie Simonet, Jeremy Wilken, Marijke Stuivenberg, Mark Dexter, Matt Thomas, Michael Babker, Nikolai Plath, Ole Bang Ottosen, Omar Ramos, Phil Snell, Rouven Weßling, Rune Sjøen, Samuel Moffatt, Selene Feigl.

Joomla è un cms che ha estimatori in tutto il mondo, e purtroppo uno dei mali della nostra amata terra sta nei diversi linguaggi che noi essere umani utilizziamo. Tutti sappiamo che l'inglese è la lingua internazionale per eccellenza, ma Joomla.org tramite le parole di Peter Martin in questo post esprime il pensiero del team, e della comunità, che ora punterà a dare informazioni in moltissime altre lingue oltre al classico inglese.


"La maggior parte delle persone sono consapevoli che Joomla è una comunita internazionale e oggi si puntiamo - dice Peter - a rendere la documentazione contenuta nei vari sottodomini di Joomla.org "internazionalizzata" nelle varie lingue mondiali. Al momento - continua - utilizzare uno strumento di traduzione online come Google Translate è l'unico modo di interpretare i contenuti del sito di Joomla". Peter Martin sottolinea anche che esistono nel forum di Joomla.org aree specifiche in lingua per diverse nazioni, tra cui anche l'Italia.

I sottodomini di Joomla.org sono sempre stati centralizzati sull'inglese - continua Martin -, e per aumentare la scoperta delle molte comunita non-inglesi che seguono Joomla è stata avviata un iniziativa per costruire pagine internazionali di informazione in lingua. Le prime pagine, tradotte in quasi 30 lingue, verranno presto inserite nel sottodominio documentale di Joomla .org, docs.joomla.org.

"A meno che non sei stato bloccato dalla neve, spero tu sia consapevole del fatto che Joomla! 1,6 è stato rilasciato il 10 gennaio 2011. Più di tre anni di sviluppo, per questa nuova versione che aggiunge molte caratteristiche importanti, stabilisce un nuovo fondamento architettonico per le versioni future, e traccia i tempi per i cicli di rilascio a venire. Joomla! 1,6 segna l'inizio di una nuova era per il nostro progetto."

Così inizia il contenuto di introduzione, scritto da Paul Orwig, del numero di febbraio 2011 del Joomla Magazine. Viene esaltato il contributo e lo sforzo della comunità, sempre disponibile (lo spirito da "barn raising", dice Paul) nei momenti in cui è stato chiesto un supporto; la conferma che anche in futuro non potrà venir lo spirito collaborativo che tutti hanno dimostrato.

Quest'anno il J and Beyond si terrà presso il Conference Centre Rolduc nei Paesi Bassi da venerdì 6 Maggio 2011 a Domenica 8 Maggio. La lingua principale per l'evento sarà l'inglese, e tutte le conferenze e le sessioni sono in lingua inglese. L'evento punta a bissare il successo dell'anno scorso, e ad imporsi nel mondo di Joomla grazie agli interventi autorevolissimi che ne fanno un'appuntamento qualitativamente senza paragoni in Europa. La partecipazione di alcuni nomi noti del Joomla Team e di moltissimi produttori di estensioni sono il punto di forza del J and Beyond.

Gli organizzatori sono già al lavoro nel valutare le varie proposte di intervento che giornalmente arrivano al sito ufficiale http://jandbeyond.org/ . Tra le varie proposte, la forza del JandB sta nel dar spazio alla comunità e non si limita a selezionare solo interventi proposti da gente nota; anzi, è scopo degli organizzatori dare voce anche ad emeriti sconosciuti che anche l'anno passato hanno contribuito notevolmente alla qualità dell'evento per gli amanti europei di Joomla.

Robert Deutz, uno degli organizzatori, si esprime con queste parole in un intervista nel Magazine di Joomla: "Joomla! è un progetto guidato dalla comunità, quindi ne consegue che il più grande evento del progetto dovrebbe essere guidato dalla comunità. La regola primaria per un Evento Joomla! è che chiunque possa presentare un argomento, e chiunque può avere un microfono per parlarne."

Brian Teeman parla della location: "L'evento di quest'anno è ospitato presso l'Abbazia Rolduc a Kerkrade, nei Paesi Bassi. Ci è piaciuto molto l'evento dell'anno scorso in cui il centro conferenze e gli alloggi erano nella stessa struttura che ha veramente aiutato le persone a socializzare. Abbiamo cercato qualcosa di simile anche quest'anno. L'Abbazia Rolduc è stata costruita nel 1104, un edificio che ha un grande fascino storico. E 'davvero un posto fantastico."

Siamo nell'era della Joomla 1.6 che presenta notevoli innovazioni rispetto alla versione precedente. Tra queste, il controllo graduale degli accessi e la illimitata profondità delle categorie sono sicuramente le migliorie più importanti; quelle che tutti abbiamo notato alla prima installazione. Ovviamente le differenze non si limitano solo ad una diversa gestione di permessi e ad una migliore impostazione strutturale di un Joomlasite.

E' noto da tempo che il team di sviluppo sta cercando di rendere "costanti" i rilasci di nuove versioni; questa decisione, tutt'altro che discutibile (meglio un cms fresco ed attivo), si scontra con la fase di upgrade sempre rischiosa per siti di produzione ed online da diverso tempo. Uno dei problemi che dunque molti si pongono riguarda i tempi di migrazione al momento di un rilascio "importante".

Rendere fluido e indolore questo passaggio è una delle esigenze primarie, e dalla "casa madre" il consiglio è univoco verso l'utilizzo del componente JUpgrade che, a quanto si legge nel post pubblicato su joomla.org da Ian MacLennan, crescerà di pari passo con i nuovi rilasci della Joomla!.

Sempre nel post di MacLennan si parla anche della Joomla 1.5, e del restante periodo di supporto. Difatti, questa versione - si legge -, "sarà supportata per altri 15 mesi circa. Questo rende la data prevista per la fine della vita del Joomla! 1,5 per 11 aprile 2012".

Pagina 6 di 12

Ultimi Articoli

You are here:   Joomla Blog HomeNewsLe News di Joomla

Chi c'e' Online

Abbiamo 68 visitatori e nessun utente online

Seguici su FacebookFollow Me Twitter

Joomla.it | Il sito di supporto Italiano
Joomla Show | La directory di Joomla

Google codescript verifica


BlogJoomla.it | Il Meglio di Joomla
The Joomla!® name and logo is used under a limited license granted by Open Source Matters the trademark holder in the United States and other countries.

BlogJoomla.it is not affiliated with or endorsed by Open Source Matters or the Joomla! Project