Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie approfondisci

Da un bel pò ho il mio profilo personale su Joomla People, e visto che non mi piace che il mio nick google lo confonda per un ta(v)olo, ora gli faccio capire che questo è il mio nickname. Mi spiego meglio, Se visiti la pagina di ricerca con key taolo, il motore è confuso, e presenta con un drammatico "forse cercavi" un suggerimento intendendo, da macchina senza cervello, che si è sbagliato a digitare la key.

taolo

Ora, visto che non mi piace il suggerimento di GG, proverò a fare un esperimento spingendo con qualche link esterno la pagina del mio profilo su Joomla people. La linkerò con key taolo, sperando che il motore capisca. Di solito, questo sistema serve per ingannare il motore di ricerca, io lo faccio a fin di bene, con spirito propositivo... quasi altruistico Linguaccia verso il motore, che poverino è confuso.

Cominicio a mettere qualche collegamento in questo post, che nel title e nell'url ha il mio nick come primo termine. Stimo di iniziare il lavoro, oltre questo post ovviamente, tra sabato e domenica, con un link inserito in 8 siti con discreto trust a distanza di tre giorni l'uno d'altro. Un test approssimativo, lo so.. ma vediamo cosa succede e se riesco a modificare qualche neurone di google. Scelgo di usare la pagina del mio profilo su JPeople non a caso, infatti il primo motivo è... che mi piace!!, il secondo è che questa pagina internazionale mi aiuterà a influire sulla posizione del sito cinese che sta lì perchè c'è taolo nel nome a dominio (non ho capito se è una specie di social network, o se vendono lingerie...c'è qualcuno che sa il cinese? Risatona).

Già ho scritto di come Joomla sia usato sul 20% dei siti Europei che utilizzano un cms. Ma per rafforzare la crescita nel vecchio continente di questo fantastico strumento per la creazione di siti web non possiamo tralasciare gli eventi organizzati in questo anno che girano attorno a Joomla e le sue comunità internazionali. Il JoomlaDay 2010 è stato un successo sia per l'impressionante numero di partecipanti ma sopratutto per gli interventi di alto livello che si sono alternati nelle due sale ospitanti del complesso VeronaFiere.

Ma altre nazioni hanno fatto Joomla protagonista per un giorno....

  • Joomla! Francia Day, marzo 2010
  • Joomla! Mallorca Day, aprile 2010
  • Joomla! Paesi Bassi Day, aprile 2010
  • Svezia, Day Joomla!, aprile 2010
  • JandBeyond, Germania, maggio 2010
  • Joomla! Norvegia Day, giugno 2010
  • Joomla Day Italia, ottobre 2010
  • Joomla! Danimarca Day, ottobre 2010

Questi che hai letto sono stati gli eventi più rilevanti in Europa a cui dovremmo aggiungere tutte le varie conferenze e dibattiti organizzati dai gruppi regionali; come ad esempio il team di JoomlaVeneto che continua imperterrito nei suoi incontri nel nord Italia tutti incentrati a diffondere il verbo di Joomla!.

Il 2011 inizia col piede giusto, in quanto già ad inizio anno sono previsti due importanti appuntamenti in Svezia e nei Paesi Bassi.

A Stoccolma il 4 febbraio 2010 sarà Joomla Night e a seguire una notte tra birra e chiacchere il Nooku Code Jam. Per i dettagli http://www.joomlanight.se/

In Olanda, si parlerà di Joomla per 72 ore di fila tra il 6 e l'8 maggio 2011 nel JandBeyond in the Netherlands

Da una ricerca effettuata su circa 3.000.000 di siti in Europa è saltato fuori che Joomla! è utilizzato su 99,483 di essi,un buon 20% del totale tra quelli che utilizzano un cms. La ricerca è ad opera di cmscrawler.com, che è un progetto nato per analizzare i sistemi web publishing e studiare gli strumenti di pubblicazione di siti web. La ricerca, che è più simile al momento ad un sondaggio, cerca di accumulare dati per poter giungere ad una elaborazione degli stessi e trarre delle considerazioni che hanno molto a che fare con i Cms ed il loro progressivo sviluppo. Chiaramente, come ben conclude Brian Teeman in questo post, i dati sono influenzati dal campione di risorse web che rientrano nel novero dell'analisi. Basta infatti cambiare qualche paramentro (n° visite, n° pagine, etc etc) escludendo qualche categoria ed il dato ottenuto fluttua irreparabilmente non rendendo  possibile nessuna analisi.

Per quel che riguarda l'Italia, su 55387 scansionati sono stati identificati 7177 siti che utilizzano un qualche "strumento di pubblicazione" tra cui 2241 (il 31% del totale dei siti scansionati ed identificati) utilizzano Joomla. Un buon dato, che prendiamo con le molle. Lo studio è comunque interessante, e potrebbe ottenere notevole importanza se i siti scansionati fossero la quasi totalità Europea, o perlomeno una buona parte di essi. I dati al momento si riferiscono a 46 tld compreso il .eu anch'esso considerato nella raccolta dei dati.

Per noi italiani il termine Joomla è davvero strano perchè non si può inglobare nei nostri idiomi. In Italiano non è un termine grammaticalmente corretto, come non esistono fonemi e morfemi che permettano una divisione fonetica di tale vocabolo.

Ma cosa significa il termine Joomla?

Secondo Wikipedia, "Joomla!" è l'ortografia romanizzata della parola Swahili Jumla che significa "tutti insieme" o, per meglio dire, "nel suo complesso". La definizione di Joomla! dunque invoca un senso di comunità, talentuosa ed eterogenea, che collabora assieme per un progetto o un obiettivo da raggiungere. Difatti, tale termine è molto raffigurativo di quel che è Joomla, la cui caratteristica è di essere multilingue, multiculturale e multinazionale.

Con il rilascio odierno della Joomla 1.6 beta 13 siamo giunti quasi al termine dei correttivi per rendere la Joomla 1.6 più stabile e sicura. E' previsto il rilascio della prima RC per la metà di novembre, quando gli ultimi bug segnalati con priorità 2 verranno risolti. Il ciclo di sviluppo della 1.6 prevede un continuo rilascio di versioni Beta fino a quando tutte le segnalazioni di problemi con priorità 1 e 2 presenti nel Joomla 1.6 Issue Tracker saranno definitivamente risolte, e solo dopo verrà rilasciata la prima versione RC. Attualmente sono 13 le segnalazioni con priorità 2 ancora aperte, mentre sono stati risolti quelli con priorità 1.

Per metà novembre dunque sarà possibile il primo rilascio della RC o, in alternativa, una nuova versione beta che con ogni probabilità sarà l'ultima di questa lunga serie.

Pagina 11 di 23

Ultimi Articoli

You are here:   Joomla Blog HomeNews

Chi c'e' Online

Abbiamo 144 visitatori e nessun utente online

Seguici su FacebookFollow Me Twitter

Joomla.it | Il sito di supporto Italiano
Joomla Show | La directory di Joomla

Google codescript verifica


BlogJoomla.it | Il Meglio di Joomla
The Joomla!® name and logo is used under a limited license granted by Open Source Matters the trademark holder in the United States and other countries.

BlogJoomla.it is not affiliated with or endorsed by Open Source Matters or the Joomla! Project