Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie approfondisci

Joomla 3.9

Joomla 3.9

La tanto attesa Joomla 3.9 e' stata rilasciata. Novita' su cookie e privacy

(1 Agosto 2013) Un importante Fix di sicurezza per la Joomla 1.5 -->    leggi l'articolo... 

Guide

La Joomla 3.2 - I Video Tutorial

Appena uscita la nuova versione di Joomla!®, il team ha pensato di illustrare le novità introdotte nella 3.2 attraverso

Leggi tutto...

News

Nuovo aggiornamento per Joomla 3.8

Da qualche ora è disponibile al download la release 3.8.2. Oltre agli ormai immancabili bugfix e alla soluzione di alcun

Leggi tutto...

Estensioni

Tradurre Joomla con l'aiuto di Google

Ricevendo visite dall'estero sembrerebbe più che necessario fornire a questi visitatori un modo semplice per tradurre il

Leggi tutto...

Trucchi e Consigli

Ottimizzare l’uso delle immagini | Tecnica Seo White Hat

Le immagini possono sembrare una componente piuttosto elementare del sito, tuttavia è importante tenere presente che anc

Leggi tutto...

Interessantissimo video che tratta della censura del web e della diffusione dell'informazione online analizzando quali "segnali" grosse aziende quali Google e facebook acquisiscono dalla nostra navigazione e come possono utilizzare questi dati per mostrarci cose a noi gradite, o per meglio dire... cosa loro vogliono che sia di nostro gradimento.

Censura sul web
Il video di Eli Pariser pubblicato su Ted.com è sottotitolato in Italiano. Buona visione..



Google si da alle grandi manovre in ambito sociale; catalogare ordinatamente i contenuti che gli utenti condividono sul web è l'obiettivo. La società famosa per il suo motore di ricerca non ha certo brillato in questo campo, e sino ad oggi non compete direttamente coi social network più noti. La strada intrapresa da pochissimo tempo è quella di sfruttare il successo delle reti sociali come un elemento di crescita anche per lui. Le novità introdotte da oggi sono la prima fase di una serie di manovre in chiave sociale.

Sulla versione italiana del motore è da tempo possibile cercare attraverso i contenuti postati dagli utenti. "Ora Google mostra tra i risultati social anche quello che gli utenti condividono, non solo il contenuto che caricano direttamente", spiega Mike Cassidy, product manager del motore di ricerca. "Se ad esempio si cerca un video di Obama al Daily Show, e qualcuno tra i vostri contatti social ha condiviso quel video, Google lo restituirà tra i risultati di ricerca", spiega Cassidy. Lo restituirà in forma di annotazione, in calce al risultato rilevante per quel particolare video, completando dunque la risposta.

Ovviamente, mancherà fecebook tra i social da cui attingerà le informazione puntando principalmente su twitter o su altri siti "imparentati" con la casa di Mountain View. Ma non sarà questa l'unica novità introdotta. Infatti, si parla di tre fasi che si susseguiranno in un tempo discretamente breve allo scopo, trapela dalle dichiarazione del team di Google, di elevare la percezione qualitativa dell'esperienza di ricerca, fornendo consigli "firmati" da chi appartiene alla propria rete di contatto.

Sul web gira voce che il sistema sarà in grado di riconoscere con una certa precisione l'identità dell'utente su altri network, e sarà possibile un collegamento all'account Google.

Da quando internet è un bene internazionale a cui tutti possono appoggiarsi si è ben inteso come anche chi offre e chi cerca, sopratutto in campo lavorativo, possa avvalersi di questo mezzo per entrare in contatto.

Outsourcing

Ci sono siti che si specializzano in determinati settori allo scopo di creare un legame tra chi vuole esternalizzare un attività e chi è disposto a farla, e tra questi spazi online oggi vi parlo di un portalone famosissimo che offre questa opportunità. Un piccolo accenno introduttivo al succo del discorso:

Cos'è l'Outsourcing

Da Wikipedia: "Outsourcing, parola inglese traducibile letteralmente come "approvvigionamento esterno", anche detto esternalizzazione, è termine usato in economia per riferirsi genericamente alle pratiche adottate dalle imprese di esternalizzare alcune fasi del processo produttivo, cioè ricorrere ad altre imprese o a liberi professionisti per il loro svolgimento."

Ci sono molte ragioni che spingono un azienda all'outsourcing ottenendo così alcuni importanti vantaggi  sia economici - esternalizzando si risparmia perchè non sono necessarie figure specialistiche in N settori - ed anche qualitativi in quanto un lavoro commissionato ad uno specialista Freelancer o un azienda del settore sicuramente verrà svolto a regola d'arte con tanto di assistenza specializzata che difficilmente potrà essere rintracciata nel personale interno. Dunque, qualità e convenienza.

Purtroppo, l'opportunità di esternalizzare delle attività, per alcuni, ha degli svantaggi. L'outsourcing ha creato molte opportunità per le imprese e, in effetti, molte delle società che esistono oggi non sarebbero sopravvissute alla recessione. Molte di esse nell'outsourcing però hanno trovato il modo di sbarazzirsi di una fetta elevata dei costi tramite licenziamenti di massa inquadrandoli e giustificandosi come una necessità per non morire. Ovviamente questa considerazione filosofica a poco a che vedere con www.freelancer.com

Freelancer.com è un sito in lingua inglese che da diversi anni è tra i maggiori mezzi di contatto tra imprese e liberi professionisti del mondo. Esistono siti anche in Italia che fanno lo stesso "mestiere di intermediario del lavoro", ma freelancer è un must del settore. Ciò che mi piace è la qualità delle categorie e la loro semplice rintracciabilità. Non è stato difficile infatti trovare un area dedicata a Joomla, dove diverse sono le richieste di chi cerca lavoro e di chi lo offre. Utilizzarlo è molto semplice per le ricerche, ma anche l'inserimento di una outsourcing - o di una richiesta di lavoro - non è per niente complicata. Basta infatti compilare un form dove inserire alcune utili informazioni e, dopo una rapidissima approvazione, la tua @mail sarà inondata di messaggi. Provare per credere..... aaa.. vedi che tengono molto alla qualità delle richieste, se incomplete vengono facilmente scartate.


Non esiste chi, nella sua vita su internet, non abbia mai usato Wikipedia. Nessuno che abbia un Pc collegato a internet non conosce Wikipedia.... perchè wiki è la conoscenza, wiki è cultura, wikì è utile e chiara, wikipedia è libera. Quindi, presta attenzione a quanto segue:

Un appello dal fondatore di Wikipedia, Jimmy Wales

Oggi vi chiedo di fare una donazione a sostegno di Wikipedia.

Ho dato avvio a Wikipedia nel 2001 e negli ultimi otto anni sono stato sorpreso e onorato di vedere centinaia di migliaia di volontari unirsi a me nel creare la più vasta enciclopedia della storia umana.

Wikipedia non è un sito internet commerciale. È la creazione di una comunità, è completamente scritta e sostenuta da persone come te. Più di 340 milioni di persone usano Wikipedia ogni mese - quasi un terzo del mondo in cui arriva internet. Tu sei parte di questa comunità.

Io credo in noi. Credo che Wikipedia continuerà a migliorarsi. L'idea è tutta qui: una persona scrive qualcosa, un'altra la migliora di un poco e questa cosa continua a migliorare nel tempo. Se oggi la trovi utile, immagina fin dove possiamo arrivare insieme tra cinque, dieci, vent'anni.

Wikipedia parla della capacità delle persone come noi di fare cose straordinarie. È gente come noi quella che scrive Wikipedia, una parola alla volta. È gente come noi che la sostiene. È la prova della nostra collettiva capacità di cambiare il mondo.

Dobbiamo proteggere lo spazio dove avviene questo importante processo. C'è bisogno di proteggere Wikipedia. Vogliamo mantenerla gratuita e libera dalla pubblicità. Vogliamo mantenerla aperta - perché tu possa usarla come preferisci. Vogliamo che continui a crescere, diffondendo la conoscenza ovunque e stimolando la partecipazione di chiunque.

Continua.... Un appello dal fondatore di Wikipedia, Jimmy Wales, e questa è la pagina di donazione per Wikypedia.

Taolo 's Web Agency

Ultimi Articoli

Joomla Community Magazine

Ultimi Commenti

You are here:   Joomla Blog HomeNotizie dai Blog Stranieri