Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie approfondisci

Google + è la risposta del gigante della ricerca a Facebook. Il Social di Google è attualmente in una "prova su un campo limitato", ma sembra che Google stia aprendo le porte alle masse.

Il progetto Google plus (+) è l'iniziativa sociale dell'azienda di Mountain View che da qualche settimana attraverso un passaparola, dei video, numerosi sms a milioni di utenti di Google pensa in grande e dichiara guerra a "campo aperto" a chi al momento detiene il potere in ambiente sociale. Nei giorni scorsi gli inviti hanno raggiunto un pubblico molto più vasto e, a quanto pare, Google è pronto a testare il servizio con un gruppo più grande di utenze tantochè la possibilità di partecipare al test viene presentata anche tramite inviti diretti su twitter.

Google+ è un tentativo coraggioso e allo stesso tempo drammatico nel campo del web sociale. Daltronde, c'è un motivo per cui Google lo definisce come un "progetto" piuttosto che un "prodotto". Sicuramente non vogliono che la gente pensa sia un "prodotto finale", ma viene presentanto come un'entità in continua evoluzione che permea ogni angolo dell'impero Google. Flashhh!! Sorridente

Nel complesso, Google+ sembra molto più  solido dello "sfortunato" Google Buzz che non è riuscito a convincere gli utenti a "tornare ogni giorno". Se riuscirà nell'intento Google sarà ancora una volta un vincitore, ma l'azienda dovrà fare ancora di più per fornire una alternativa veramente convincente a Facebook. Google + non sembra poter (così com'è) competere con il re del sociale.

Pubblicato in Google

250 mila sarebbero i profili che sono finiti su Lovely-Faces.com, un sito di incontri online che nemmeno inaugurato aveva già nel suo archivio 1/4 di milione di utenti. Una colossale operazione che ha voluto dimostrare in modo simbolico come il libro delle facce non è un posto sicuro dove depositare i nostri dati. I 250mila profili facebook, comprensivi di foto ed informazioni personali (anche se appartenenti a profili pubblici), sono stati importati in automatico.


Nessuna iscrizione volontaria, ma "solo" un estrapolazione dei dati pubblici disponibili su Facebook messa in atto dagli autori del progetto, Paolo Cirio e Alessandro Ludovico, i quali si sono posti a disposizione nel cancellare da LovelyFaces chi non ne voglia far parte. Intanto, il sito esempio della vulnerabilità di Facebook non è raggiungibile e risponde con un "servizio temporaneamente KO" a chi prova ad accedervi.

Resta il fatto, nonostante sembri che legalmente non ci siano infrazioni rilevanti - escludendo una azione di Faceboook - trattandosi di "cose pubbliche", che il rastrellamento dei dati di facebook non sia eticamente perfetto....

Pubblicato in Social Network News
Venerdì, 24 Dicembre 2010 15:19

Mark Zuckerberg uomo dell'anno 2010

Mark ZuckerbergMark Zuckerberg, fondatore di Facebook, è l' Uomo dell'Anno 2010 secondo la rivista americana 'Time'. I lettori del prestigioso magazine avevano scelto in un sondaggio svolto per alcuni mesi di quest'anno il fondatore di Wikileaks, Julian Assange come personaggio più influente del 2010.

Ma l'ultima parola spettava alla direzione del settimanale che, evidentemente, ha fatto una scelta diversa.

Il riconoscimento, che il Time attribuisce dal lontano 1927 ed è quindi diventato in USA quasi un'istituzione, lo scorso anno era stato dato al capo della Federal Reserve Ben Bernanke e nel 2008 all'allora appena eletto presidente Barack Obama.

Il popolarissimo Social Network Facebook creato da Zuckerberg ha trasformato il modo in cui la gente comunica e fa affari ha spiegato Stengel.

Facebook "è una verità della nostra realtà globale sociale - spiega il Time -. Siamo entrati nell'era di Facebook e Mark Zuckerberg è la persona che ci ha portato a questo punto". La rivista fa notare come in meno di sette anni "Zuckerberg è stato capace di mettere insieme, in un singolo network, un dodicesimo della popolazione mondiale, creando un'entità sociale quasi il doppio più grande degli Stati Uniti". "Se Facebook fosse una nazione", continua il periodico, "sarebbe la terza più grande al mondo, dopo Cina e India".

Pubblicato in Internet World News

Una crescita inarrestabile quella delle reti sociali che hanno introdotto nuove forme di utilizzo di Internet e rivoluzionato l'interazione di piccole e grandi aziende col mercato. Piattaforme come Facebook ora sono parte integrante, non solo della vita del singolo, ma anche del businness di un azienda che si avvicina ai social per monetizzare i propri sforzi online.

Per questo si rende sempre più necessario un monitoraggio del traffico anche della pagina di Facebook, che a volte rende molto di più del sito aziendale perchè diretta e "a portata di click". Faccialibro da poco ha migliorato il Facebook Insights che però fornisce solo alcuni dati sugli utenti che visitano la nostra Facebook Fan page e le loro reali interazioni.

E' possibile, se volessimo incrementare i dati raccolti sulle visite alla Pagina Fan, utilizzare Google Analytics con un metodo molto semplice che spesso viene sfruttato anche con i nostri siti Joomla. Hai presente il modulo personalizzato in cui inserire codice html puro?

Google Analytics su Facebook

Vediamo un modo per migliorare il sistema di misurazione del traffico alle nostre pagine di Facebook tramite un' applicazione di terze parti molto diffusa sulla piattaforma social.

Ci serve un account con Google Analytics

Se non si dispone già di un account Google Analytics, è necessario crearne uno. Aggiungere quindi un nuovo sito in modo da ottenere da Google Analytics un codice di monitoraggio tipo questo: UA-XXXXXXX-Y

Generare un immagine per il monitoraggio

Per generare il codice di monitoraggio da inserire nella pagina fan - o nel profilo se vuoi - utilizziamo Google Analytics per le pagine fan di Facebook. Le informazioni richieste sono:

Analytics: Il codice precedentemente creato in Google Analytics
Dominio su Analytics: il dominio utilizzato per l'aggiunta di un sito web nel profilo
Page Link: nome per la pagina di Google Analytics
Titolo della pagina: Nome di riferimento

Il codice generato è quello che useremo per tenere traccia degli utenti chee non è altro che un immagine con dentro il codice che è possibile cambiare a nostro piacimento inserendo una nostra foto o il marchio aziendale. Avremo dati su quanti hanno visitato la pagina, da dove vengono, che browser utilizzano, il tempo di permanenza nella Fan Page di Facebook, e tanto tanto altro..... avremo Analytics su Facebook!! ...ma prima un ultimo passaggio.

Incollare il codice sulla nostra Pagina Fan di Facebook

Incollare il codice ottenuto nel passaggio precedente alla nostra Facebook Fan Page utilizzando il conosciutissimo Static FBML che ti permette di inserire codice HTML puro nelle pagine di Facebook. Da questo momento sarà attivo il monitoraggio degli accessi alle pagine dove hai inserito il codice.

Pubblicato in Facebook
Lunedì, 05 Luglio 2010 11:57

I video di facebook sul nostro sito

Ho provato alcuni strumenti per un cliente che danno la possibilità ad un sito web di ripubblicare un video presente su facebook.  Tra questi non può mancare un addons per chi usa firefox. Si chiama Greasemonkey che ci permette di visualizzare il codice di embed dei video su Facebook, scaricarlo sul PC e dunque personalizzarlo per le nostre esigenze. Non mi dilungo in spiegazioni per l'utilizzo dell'addons in quanto molto semplice ed intuitivo.

Un altro sistema molto più banale prevede l'utilizzo di un codice HTML:

<object width="400" height="224">
<param name="allowfullscreen" value="true" />
<param name="allowscriptaccess" value="always" />
<param name="movie" value="http://www.facebook.com/v/xxx" />
<embed src="http://www.facebook.com/v/xxx" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="400" height="224">
</embed>
</object>

Le due parti “xxx” vanno sostituite con l’ID del video; per intenderci, quello visualizzato nella parte finale dell’URL di facebook.

Pubblicato in Facebook
Pagina 1 di 2

Ultimi Articoli

You are here:   Joomla Blog HomeArticoli per tag: facebook

Chi c'e' Online

Abbiamo 237 visitatori e nessun utente online

Seguici su FacebookFollow Me Twitter

Joomla.it | Il sito di supporto Italiano
Joomla Show | La directory di Joomla

Google codescript verifica


BlogJoomla.it | Il Meglio di Joomla
The Joomla!® name and logo is used under a limited license granted by Open Source Matters the trademark holder in the United States and other countries.

BlogJoomla.it is not affiliated with or endorsed by Open Source Matters or the Joomla! Project