Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie approfondisci

 I visitatori del tuo sito potrebbero essere confusi da URL estremamente lunghe e difficili, che contengono poche parole riconoscibili. Gli utenti potrebbero infatti avere difficoltà a ricordarlo o a linkarlo. Inoltre, potrebbero pensare che buona parte dell’URL è inutile, soprattutto se l’URL mostra molti parametri incomprensibili, e decidere di troncarne una parte rendendo nullo il link.

Alcuni utenti potrebbero creare un link alla tua pagina usando l’URL della pagina stessa come anchor text. Se il tuo URL contiene parole rilevanti, fornisce agli utenti e ai motori di ricerca più informazioni sulla pagina di quanto non faccia un ID o un parametro incomprensibile.

Infine, ricorda che l’URL di un documento viene mostrato come parte di un risultato di ricerca di Google, sotto il titolo e la snippet del documento. Come il titolo e la snippet, le parole nell’URL compaiono in grassetto nei risultati di ricerca se corrispondo ai termini della query di ricerca dell’utente. Google è molto bravo a scansionare ogni tipo di struttura degli URL, anche quando è complessa, ma impiegare il tuo tempo a semplificarla sia per gli utenti che per i motori di ricerca può sicuramente aiutare.

Buone norme per definire la struttura di un URL


Utilizza delle parole nell'URL

URL con parole pertinenti al contenuto ed alla struttura del tuo sito sono più intuitive per gli utenti che lo navigano. I visitatori le ricorderanno meglio e potrebbero essere più invogliati a linkarle.
Evita di: usare lunghi URL con parametri e session ID non necessari e scegliere nomi generici per le tue pagine del tipo "pagina1.html". Usare un numero eccessivo di parole chiave, "figurine-calciatoricalcio-
figurine-calcio.htm"

Semplifica la struttura delle tue directory

Utilizza una struttura che organizzi bene il tuo contenuto e che permetta ad un visitatore di capire in che area del tuo sito si trovi. Cerca di utilizzare una struttura per le directory del sito che indichi il tipo di contenuto in un dato URL.
Evita di: avere una rete profonda di sotto categorie ".../dir1/dir2/dir3/dir4/dir5/dir6/pagina.html" o utilizzare nomi di categoria che non abbiano nessuna relazione con il loro contenuto

Fornisci una versione unica dell'URL per raggiungere un dato documento

Per prevenire che alcuni linkino ad una versione ed altri ancora ad una altra versione di un URL (questo potrebbe infatti dividere la reputazione di un documento fra più URL), fai in modo di riferirti ad un URL nella tua struttura interna sempre nello stesso modo. Se ti accorgi che visitatori differenti accedono allo stesso contenuto tramite URL diversi, implementa una redirezione 301 in modo tale che gli URL che non vuoi privilegiare puntino all'URL più importante.
Evita di: avere pagine nei sotto domini e contemporaneamente nella root che puntino alla stesso contenuto: "dominio.it/pagina.htm" e "sotto.dominio.it/pagina.htm" o mescolare versioni con il www e versioni senza il www nella struttura di linkaggio interna. Evita di usare le lettere maiuscole in modo strano (molti utenti si
aspettano di trovare caratteri minuscoli e in genere li ricordano meglio).

Pubblicato in Dizionario Joomeliano
Mercoledì, 16 Dicembre 2009 11:39

Google ce l'ha piccola; la url


Si è sempre detto che il vino buono sta nelle botti piccole, e forse a questo detto si è rifatto Google quando ha pensato bene di rimpicciolire le url tagliandone la parte centrale. Un rivoluzione del web questo nuovo modo di intendere un collegamento ad una pagina. Già servizi tipo TinyURL e Bit.ly sono abbastanza diffusi, basta vedere le url nei social come Twitter che da tempo utilizza questo sistema. Evidentemente un risparmio di risorse non indifferente ma anche qualche controindicazione. Infatti, per un sito web con url del tipo dominio/sezione/categoria/contenuto l'attrarre il visitatore grazie alla parte centrale del collegamento non serve più.

Un altro fattore da considerare riguarda l'ottimizzazione: Google, come altri motori, evidenziano la key ricercata anche nella Url, quindi se avessimo una sezione chiamata internet visibile al centro della url questa verrà "omessa" dalla visualizzazione in Serp. In ogni caso, se grandi network e social opteranno per questa scelta evidentemente ci saranno dei buoni motivi. Sembra che domani sarà inutile inserire key nella url per posizionarsi sopratutto se le nostre url si trasformeranno nella tipologia impostata da servizi come TinyURL o Bit.ly. Se questa è l'ennesima rivoluzione del web, e di conseguenza l'inizio del passaggio al cosidetto WEB 3.0 non lo sappiamo, ma non è certo cosa da poco.

Sembrerà banale, un procedimento inutile e senza nessun motivo per utilizzarlo, ma non è così!!!

Uso il Sef per Joomla, precisamente sh404sef con qualche altra cosina; un componente, sh404, che ritengo il migliore in questo ambito. Ma visto che mi faccio sempre molti flash, ho avuto da sempre il pallino di voler linkare le mie pagine interne con le url native di Joomla, quelle con tutti i paramentri e che non "moriranno mai". Può succedere un giorno, che per vari motivi, tra cui al momento mi viene in mente l'abbandono da parte degli sviluppatori di Sh404, che sarò costretto ad abbandonare questo fantastico componente per una qualche vulnerabilità che verrà a crearsi.

Ho pensato a cosa potesse succedere, e sono entrato nel panico più assoluto visto il lavoro perso di posizionamento e ottimizzazione che faccio abitualmente senza più nemmeno farci caso. Ma come potete intendere, questo lavoro è fatto su una Url, quella creata dal componente. E se un giorno queste url non esistessero più? Tragedia!!!

Ma Joomla è fantastico anche perchè.... qualcuno ha pensato prima di te, e magari ha pure risolto. Ed è questo il caso.

Ho trovato un modulo, si chiama praiseurl, e indovinate cosà fa? Fantastico, incredibile, impensabile. Ti mostra viaggiando nel sito le pagine non sef potendole così, se ce ne fosse bisogno, linkarle come non sef. Il modulo non lo vedrà nessuno perchè verrà dato come permesso Special, nascondendolo dunque a tutti i visitatori e utenti con poteri più bassi. Ovviamente il componente sh404, anche inserendo le Url native, le reindirizzerà correttamente e quindi i visitatori ed i motori non si accorgeranno di niente. Il link sarà uguale come destinazione, punterà alla stessa pagina, solo che sarà non sef.

Pubblicato in Moduli per Joomla

Ultimi Articoli

You are here:   Joomla Blog HomeEstensioniModuli per JoomlaArticoli per tag: url