Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie approfondisci

Guide

Cosa fare per migrare alla Joomla 2.5

La migrazione segue una procedura che, dopo più di un anno dall'uscita della 2.5, può definirsi standardizzata e relativ

Leggi tutto...

News

Joomla 5

Ebbene si! Finalmente è tra noi la nuova versione del cms più utilizzato al mondo. Infatti è stata rilasciata una nuova

Leggi tutto...

Estensioni

Tradurre Joomla con l'aiuto di Google

Ricevendo visite dall'estero sembrerebbe più che necessario fornire a questi visitatori un modo semplice per tradurre il

Leggi tutto...

Trucchi e Consigli

Offrire contenuti e servizi utili | Tecnica Seo White Hat

Creare del contenuto utile ed originaleè probabilmente il fattore più importante per il tuo sito, se comparato con gli a

Leggi tutto...

L'icona Rss che ci compare nella barra degli indirizzi del browser non è altro che un Url - in Joomla è una pagina a tutti gli effetti -, che ci mostra un elenco modificabile (a nostro piacimento) degli articoli che inseriamo nel nostro sito. Questo Url è fondamentale perchè ci permette di essere seguiti costantemente grazie alla sottoscrizione.
Questo url può essere modificato a nostro piacimento, o meglio, reindirizzato. Il sistema è relativamente semplice

Joomla crea un url per gli Rss così: www.blogjoomla.it/feed/rss.html

Questo Url, utilizzando il file htaccess, lo possiamo reindirizzare ad esempio alla pagina di feedburner che mostra i nostri contenuti . Ma anche a qualsiasi altra pagina volessimo delegare lo scopo di attrarre il nostro ospite a continuare a seguirci tramite i feed da noi distribuiti. Prediligo le presentazioni del feed, impostando una pagina con un pò di testo, e poi, tutti i collegamenti rss che voglio diffondere.

Come collegare l'Rss di Joomla a FeedBurner

Creiamo un account su feedburner e costruiamo la nostra pagina. Lasciamo per scontato che lo si sappia usare. Se non lo si sa usare ecco alcuni motivi per usare feedburner

Prendiamo l'url del feed rss generato da feedburner. Sarà del tipo: http://feeds.feedburner.com/Blogjoomlait
L'utima parte dell'url (in corsivo) è il nome da dare al feed generato con la multipiattaforma.

A questo punto non ci resta che aprire il file .htaccess è inserire in fondo, dopo la linea che inizia con ########## End, le righe:

Redirect permanent /feed/rss.html http://feeds.feedburner.com/Blogjoomlait
Redirect 301 /feed/rss.html http://feeds.feedburner.com/Blogjoomlait

Redirect permanent /feed/atom.html http://feeds.feedburner.com/Blogjoomlait
Redirect 301 /feed/atom.html http://feeds.feedburner.com/Blogjoomlait

Questo è un sistema per utilizzare feedburner con Joomla mostando ai nostri visitatori una pagina più interessante e altamente configurabile.

Motivi per usare FeedBurner per i nostri Rss ne potremmo citare a non finire, ma tra i più importanti per usare questa multipiattaforma mi sento di citarne almeno sei (ti confesso che ero partito da tre motivi, già sono a sei, tra un pò forse diventeranno 10 Ridente):

  • Il carico di lavoro per il tuo server è totalmente a carico di feedburner. Il primo ed il più importante tra le motivazioni che da sola può bastare a legittimare la sottoscrizione a questo servizio. Sappiamo quanto costa oggi il consumo di banda e cominciare ad allegerire il server è una priorità sopratutto per i blog più visitati.

  • FeedBurner ti indica il numero di sottoscrizioni che ha il tuo feed. E, vedere quanti si sono iscritti al feed del tuo blog servirà da stimolo per altri che riterranno importante sottoscrivere il tuo feed.

  • La multipiattaforma consente di inserire numerose features da integrare ai feed, come i link ai social network, i banner di adsense, articoli correlati e tanto altro. Tutto questo indipendentemente da come hai costruito il tuo RSS.

  • Ogni volta che posti un articolo l' aggiornamento è istantaneo e se il tuo feed lo iscrivi ai vari aggregatori l'indicizzazione del tuo articolo sarà velocissima.

  • La sottoscrizione ai feed è molto semplice. Non necessita di capacità sovrannaturali come quelle che ci vogliono per iscriversi al tuo feed normalmente distribuito.

  • I Feed di feedburner sono belli a vedere anche solo nella pagina a loro dedicata. E l'aspetto conta tantissimo.

Se ti piace questo blog dedicato a Joomla, e sei interessato a ciò che scrivo, pensa seriamente di sottoscrivere il mio feed rss prodotto da feedburner. Ecco il link:


La GPL è un documento legale associato al programma rilasciato sotto tale licenza. Come ogni licenza di software libero, essa concede ai licenziatari il permesso di modificare il programma, di copiarlo e di ridistribuirlo con o senza modifiche, gratuitamente o a pagamento.

Rispetto alle altre licenze di software libero, la GPL è classificabile come "persistente" e "propagativa".

È "persistente" perché impone un vincolo alla redistribuzione: se l'utente distribuisce copie del software, deve farlo secondo i termini della GPL stessa. In pratica, deve distribuire il testo della GPL assieme al software e corredarlo del codice sorgente o di istruzioni per poterlo ottenere ad un costo nominale. Questa è la caratteristica principe della GPL, il concetto ideato da Richard Stallman e da lui battezzato copyleft. Il suo scopo è di mantenere libero un programma una volta che esso sia stato posto sotto GPL, anche se viene migliorato correggendolo e ampliandolo.

È "propagativa" perché definisce nel testo una particolare interpretazione di "codice derivato", tale che in generale l'unione di un programma coperto da GPL con un altro programma coperto da altra licenza può essere distribuita sotto GPL, o in alternativa non essere distribuita affatto. Nel primo caso si dice che l'altra licenza è "compatibile con la GPL"; nel secondo caso, che non lo è. Questa caratteristica è indicata come strong copyleft nella terminologia della FSF. Il suo scopo è evitare che la persistenza venga via via indebolita apportando modifiche coperte da un'altra licenza meno libera, inficiando così lo scopo di mantenere libero il software coperto dalla GPL.

La GNU General Public License è una licenza per software libero. È comunemente indicata con l'acronimo GNU GPL o semplicemente GPL. La GNU GPL versione 1.0, basata su una licenza simile usata per le prime versioni di GNU Emacs, fu scritta nel 1989 da Richard Stallman ed Eben Moglen per distribuire i programmi creati nell'ambito del Progetto GNU. Nel 1991 viene pubblicata la versione 2.0, - la licenza con cui è rilasciato Joomla - che negli anni successivi diventa la licenza di software libero per antonomasia.

 

Gestione contenuti

Quando ho conosciuto questo cms, ai tempi se non ricordo male la prima versione che ho installato è stata la 1.0.10 aggiornata dopo pochi giorni alla 1.0.12, mi sono subito trovato bene sopratutto perchè ho inquadrato - più che modificare la grafica - a ordinare i contenuti. Devo molto alle ultime versioni di Mambo che già come base avevano un qualcosa di simile.

Noto spesso che chi mi scrive per qualche indicazione non capisce la gerarchia che Joomla consente nella impostazione dei contenuti. E forse i dati di esempio creano un pò di confusione.

Qui parlerò della gerarchia dei contenuti in Joomla

Allora.... la gestione dei contenuti di Juumlà (la pronucia corretta è questa) è gerarchica; nel senso che esistono le sezioni. Per ogni sezione possono essere create numerose categorie, e dentro le categorie possiamo inserire quanti contenuti vogliamo. E' come un albero che si dirama sempre di più, e in modo infinito. Possiamo creare infinite sezione, che si diramano in infinite categorie, che possono contenere infiniti articoli.

La gestione di contenuti in categorie, dentro le sezioni, è fondamentale nel cercare di dare ordine ai pensieri che vogliamo diffondere online. Prima della grafica - modificare loghi, colori, dimensioni - capire l'ordine dei contenuti ho sempre pensato fosse il primo passo da presentare a chi, mio cliente, voglia da solo gestire joomla. L'immagine che vedete su è molto chiara.

Il pallino N° 1 è la nostra home
dalla home partono 3 sezioni (pallini 2,3,4)
I pallini da 5 a 11 sono le categorie suddivise nelle tre sezioni
Da 12 a 21 sono i contenuti inseriti in categorie ( da 5 a 11) che a sua volta sono inserite in sezioni (2,3,4).

Questo è l'esempio per immagini che uso... di solito funziona bene e il mio interlocutore inquadra subito e si rende autonomo nell'inserimento di nuovi articoli.

 

addons

Quando si fa qualcosa, in ogni ambito della vita, si punta sempre a due cose

1) il rispetto

2) il guadagno

La storia di un produttore di add-ons:

Dal punto di vista dei produttori di componenti, moduli e plugin questi due passaggi sono quasi obbligati. Per passarmi un pò il tempo butto giù due righe di codice php perchè voglio mostrare ai miei visitatori qualcosa di bello e affascinante; ed anche le mie capacità. Lo pubblico nel mio sito, e poi lo pubblicizzo un pò magari inserendolo nel Jed di Joomla.org

E' il successo.. il mio addons piace a molti, lo usano anche nei loro siti e mi incoraggiano a migliorarlo; a migliorarlo e poi ancora a migliorarlo. Mi incitano scrivendo @mail dove mi chiedo se posso aggiungere questo o quell'altra cosa... lo faccio volentieri.
Poi capisco che quello che era un mio passatempo oggi mi porta il rispetto di molti, di tutti quelli che con le cinque stelline mi premiano e mi portano in alto. Tanto in alto che faccio un salto nel futuro e penso a quanto potrei guadagnarci se il mio prodottino nato quasi per gioco o per sfizzio lo rendessi commerciale. Oleè!!

Il mio prodotto lo faccio commerciale... addio open source e licenza Gnu/Gpl

Questa è la storia di un produttore di add-onsssss....

Sembrerà banale, un procedimento inutile e senza nessun motivo per utilizzarlo, ma non è così!!!

Uso il Sef per Joomla, precisamente sh404sef con qualche altra cosina; un componente, sh404, che ritengo il migliore in questo ambito. Ma visto che mi faccio sempre molti flash, ho avuto da sempre il pallino di voler linkare le mie pagine interne con le url native di Joomla, quelle con tutti i paramentri e che non "moriranno mai". Può succedere un giorno, che per vari motivi, tra cui al momento mi viene in mente l'abbandono da parte degli sviluppatori di Sh404, che sarò costretto ad abbandonare questo fantastico componente per una qualche vulnerabilità che verrà a crearsi.

Ho pensato a cosa potesse succedere, e sono entrato nel panico più assoluto visto il lavoro perso di posizionamento e ottimizzazione che faccio abitualmente senza più nemmeno farci caso. Ma come potete intendere, questo lavoro è fatto su una Url, quella creata dal componente. E se un giorno queste url non esistessero più? Tragedia!!!

Ma Joomla è fantastico anche perchè.... qualcuno ha pensato prima di te, e magari ha pure risolto. Ed è questo il caso.

Ho trovato un modulo, si chiama praiseurl, e indovinate cosà fa? Fantastico, incredibile, impensabile. Ti mostra viaggiando nel sito le pagine non sef potendole così, se ce ne fosse bisogno, linkarle come non sef. Il modulo non lo vedrà nessuno perchè verrà dato come permesso Special, nascondendolo dunque a tutti i visitatori e utenti con poteri più bassi. Ovviamente il componente sh404, anche inserendo le Url native, le reindirizzerà correttamente e quindi i visitatori ed i motori non si accorgeranno di niente. Il link sarà uguale come destinazione, punterà alla stessa pagina, solo che sarà non sef.

Pagina 70 di 86

Taolo 's Web Agency

Ultimi Articoli

Joomla Community Magazine

Ultimi Commenti

You are here:   Joomla Blog Home

Chi c'e' Online

Abbiamo 48 visitatori e nessun utente online

Seguici su FacebookFollow Me Twitter

Joomla.it | Il sito di supporto Italiano
Joomla Show | La directory di Joomla

Google codescript verifica


BlogJoomla.it | Il Meglio di Joomla
The Joomla!® name and logo is used under a limited license granted by Open Source Matters the trademark holder in the United States and other countries.

BlogJoomla.it is not affiliated with or endorsed by Open Source Matters or the Joomla! Project